Vertenza Betafence: Pepe esprime soddisfazione per l’accordo tra le parti per il contratto di solidarietà e invita la Regione a rinnovare l’accordo per l’Area di Crisi Complessa

Il Consigliere e Vice Capogruppo Regionale del Pd, Dino Pepe, esprime profonda soddisfazione per l’accordo siglato tra i rappresentanti sindacali delle Rsu e di Cgil, Cisl e Uil e i vertici della Betafence di Tortoreto che ufficializza l’avvio del contratto di solidarietà per un anno. Questo avrà una durata di 12 mesi e interesserà 136 lavoratori a partire dal 1 luglio 2021 fino al 30 giugno 2022. “Si tratta di un primo, ma significativo risultato frutto dell’importante lavoro messo in campo dalle parti e che scongiura, almeno per il momento, il rischio di licenziamenti e della chiusura dell’importante sito produttivo teramano”.

Ovviamente non bisogna in alcun modo far scemare l’attenzione su questa vertenza e tutti insieme, politica, azienda e sindacati dovremo lavorare, già dai prossimi giorni, affinché sia garantito il futuro occupazionale dei tanti lavoratori della Betafence e delle loro famiglie che meritano certezze” conclude l’ex Assessore Regionale. “Purtroppo sono ancora tante le vertenze aperte e critiche come quelle legate a ATR, VECO e Selta, tutte aziende della Val Vibrata. Per tale motivo invito la Giunta regionale a rinnovare l’accordo per l’Area di Crisi Complessa Vibrata – Tronto. Il Ministero e la Regione Marche attendono la delibera della lentissima Giunta Marsilio dall’estate 2020. Soprattutto in questo momento di difficoltà, acuita dagli strascichi della pandemia, bisogna lottare per tutelare ogni singolo posto di lavoro nella nostra provincia”.



You are Viewing The Most Recent Post