PUBBLICATA LA GRADUATORIA PER I VOUCHER FORMATIVI

Sono state approvate le graduatore della misura M01 relative al bando del PSR 2014-2020 relativo al sostegno di formazione professionale e acquisizione di competenza nel settore agricolo. I destinatari dei voucher formativi per il Focus area 2A sono stati 1.328 (imprenditori agricoli, dipendenti e coadiuvanti di aziende agricole), 252 sono i destinatori di voucher per il Focus area 2B (giovani agricoltori insediati ai sensi della misura 6.1 del PSR 2014 – 2020 e ad altri soggetti tenuti ad acquisire la qualifica di ‘imprenditore agricolo professionale’), 305 sono i destinatari di voucher per il Focus Area 3A (imprenditori agricoli, dipendenti e coadiuvanti di aziende agricole); 106 sono i destinatari di voucher per il Focus Area P4 (destinata ai beneficiari delle misure M10 ‘pagamenti agro-climatico-ambientali’ e M11 ‘agricoltura biologica’ del PSR 2014-2020) e un destinatario di voucher per il Focus Area 5E destinata a operatori forestali. I voucher formativi avranno una durata di 12 mesi, rinnovabili per altri 12 mesi (è necessaria la richiesta scritta) e consentono di accedere alle attività formative previste nel “Catalogo dell’offerta formativa”, approvato con determinazione dirigenziale DPD022/12 del 27/02/2018, coprendo il 100% di relativi costi.

Nelle prossime settimane seguirà la Fase C della Misura mediante la pubblicazione di un ulteriore avviso pubblico destinato ai prestatori di servizi di formazione, selezionati e riconosciuti idonei per capacità ed esperienza e le cui proposte formative sono state dichiarate ammissibili e inserite nel Catalogo dell’Offerta Formativa, i quali dovranno procedere al reperimento, mediante la pubblicazione di appositi avvisi e senza alcuna discriminazione, degli assegnatari di voucher, organizzare ed avviare i corsi di formazione e fare richiesta di aiuto attraverso il Portale SIAN. “E’ un ulteriore passo in avanti per il rilancio dell’imprenditoria giovanile – ha detto l’assessore all’agricoltura Dino Pepe – il nostro obiettivo è di qualificare il settore in vista delle nuove sfide in termini di innovazione e rilancio del comparto agricolo”.