INCONTRO A “LAGO VERDE” – 9 MESI DI GOVERNO

Appuntamento insolito quello di lunedì 20 aprile. L’assessore all’agricoltura Dino Pepe ha voluto riunire cittadini e amministratori della Val Vibrata presso l’Hotel Lago verde di Sant’Omero per fare il punto sui primi nove mesi al governo della regione. Insolito perché Pepe ha voluto relazionarsi con gli elettori in assenza di competizioni elettorali, ha raccolto sollecitazioni, raccontato il lavoro fatto e illustrato quello ancora da fare. I presenti in sala hanno ascoltato con attenzione l’elenco delle risorse messe in campo e dei progetti attivati . Eravamo abituati ad altro, il politico eletto si dedicava al lavoro e tornava tra i cittadini con qualche promessa solo quando c’era da votare di nuovo. All’incontro, moderato dalla caporedattrice di Super J TV Daniela Facciolini, hanno partecipato, oltre all’assessore Pepe, il presidente della provincia Renzo Di Sabatino, il consigliere provinciale con delega alla viabilità Mauro Scarpantonio, il consigliere provinciale con delega alla difesa del suolo e dissesto idrogeologico Vincenzo Di Marco e una nutrita rappresentanza dei segretari del Partito Democratico del territorio vibratiano.

Numerosa anche la presenza di sindaci ed amministratori della Val Vibrata, c’era il padrone di casa Andrea Luzi sindaco di Sant’Omero, Giuliano Di Flavio sindaco di Nereto, Alessandro Di Giacinto sindaco di Torano Nuovo, Pietrangelo Panichi sindaco di Ancarano, Paolo Camaioni sindaco di Martinsicuro, Franco Carletta sindaco di Controguerra, Cristina Di Pietro sindaco di Civitella del Tronto.

Tutti gli amministratori hanno ringraziato l’assessore per l’assidua presenza sul territorio, la grande capacità di ascolto e disponibilità. Ma soprattutto, e questa è una vera novità, Dino Pepe ha ricevuto apprezzamenti anche da sindaci con estrazioni politiche differenti dalla sinistra e dal Partito Democratico. Chissà che non inizi davvero una nuova stagione di relazioni politiche volte all’interesse del fare insieme per il bene dei cittadini e non le solite contrapposizioni, sarebbe veramente auspicabile.