FIUME PESCARA: PEPE E MAZZOCCA SERVE INTERVENTO COORDINATO

UNA STRUTTURA TECNICA E SUBITO RICOGNIZIONE CONTRATTI FIUME (regflash) – L’Aquila, 17 set. Un incontro sul ‘contratto di fiume per il Pescara’ da cui è emersa la necessità di un intervento coordinato che, partendo dalle iniziative già scaturite dal basso, riesca a fare sintesi tra le esigenze di bonifica, mitigazione del rischio alluvionale, rinaturalizzazione delle sponde e fruizione pubblica del fiume Pescara. Si è svolto, nei giorni scorsi, nella sede della Regione Abruzzo, a Pescara tra gli assessori Dino Pepe e Mario Mazzocca e i rappresentanti di sedici comuni sul ‘Contratto di fiume per il Pescara’. Nei loro interventi gli assessori Pepe e Mazzocca hanno ribadito l’importanza strategica che l’intera giunta regionale attribuisce ai “Contratti di fiume” come strumento per la ‘Governance’ dei corsi d? acqua nella nostra regione, tanto è vero che questi sono stati oggetto di una delega specifica. A tale proposito, l’assessore all’agricoltura e ai contratti di fiume, Dino Pepe ha dichiarato la volontà di istituire una struttura tecnica dedicata allo scopo. L’assessore all’Ambiente e al Servizio idrico integrato, Mario Mazzocca ha messo in evidenza l’importanza dei territori nella definizione dei progetti e delle azioni volti a salvaguardare, tutelare e valorizzare i nostri fiumi e ha affermato che la partecipazione, non solo degli enti locali, ma anche del mondo dell? associazionismo e di tutti i portatori di interesse, sarà scelto come metodo di lavoro. Infine, l’assessore Dino Pepe, rispondendo alle domande dei sindaci e degli assessori comunali intervenuti, a conclusione dell’incontro, ha manifestato la volontà di svolgere un lavoro di ricognizione sulle realtà dei “Contratti di fiume” in Abruzzo, di confrontarsi con le migliori esperienze già realizzate a livello nazionale e valutare la possibilità di un intervento legislativo della Regione Abruzzo