EMERGENZA AGRICOLTURA – PEPE: “APPREZZO I CONTENUTI DELLA RISOLUZIONE DEL CONSIGLIERE FEBBO PERCHE’ E’ UN RICONOSCIMENTO AL LAVORO MESSO IN CAMPO”.

“In casi come questi è giusto lavorare insieme, con il contributo di tutti”.

AGRICOLTURA: Ho letto i contenuti della risoluzione del Consigliere Febbo – ha affermato l’Assessore Pepe – e ne ho apprezzato lo spirito perché vuole rappresentare, a mio avviso, un messaggio di collaborazione in questo momento emergenziale dove è necessario il contributo di tutti.Si tratta, inoltre, di un riconoscimento al lavoro messo in campo in questa prima fase visto che molte delle richieste sono già state attivate”.
In data 12 gennaio 2017 la Giunta regionale dichiarava lo stato di emergenza regionale per gli eventi eccezionali con abbondanti nevicate ed estesi fenomeni di gelo verificatisi su tutto il territorio abruzzese.
In data 17 gennaio 2017 abbiamo iniziato a lavorare con gli Uffici Centrali e Periferici per monitorare i danni subiti dalle aziende del comparto.
In data 19 gennaio 2016, la Giunta regionale, ha deliberato di richiedere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri la dichiarazione dello Stato di emergenza nazionale per le aree dell’Abruzzo colpite dall’eccezionale ondata di maltempo verificatasi a partire dal 4 gennaio scorso e tuttora in atto..
In data 19 gennaio 2017 abbiamo provveduto a comunicare a tutti i Sindaci d’Abruzzo le forme e le modalità per la predisposizione delle richieste , ex art D.Lgs 102/2004 e s.m. e i di segnalazione dei danni alle imprese agricole e alle infrastrutture (irrigue e di bonifica) da evento atmosferico eccezionale. Si provvedeva, altresì, ad acquisire dai Consorzi di Bonifica segnalazioni di eventuali criticità.
In data 19 gennaio 2017 si provvedeva a scrivere al Ministro Martina una nota con le prime richieste finanziarie legate all’emergenza.
In data 20 gennaio 2016, con una dimostrazione di vicinanza ed attenzione senza precedenti, il Ministro all’Agricoltura Maurizio Martina ha partecipato, presso la Prefettura di Teramo, ad una riunione sull’emergenza agricoltura in Abruzzo per ascoltare i rappresentanti del Comparto e fare una prima sintesi sugli interventi straordinari da mettere in campo nell’immediato fornendo un primo dossier, frutto di una tempestiva ricognizione fatta con gli uffici centrali e periferici del dipartimento e con il contributo delle organizzazioni professionali agricole regionali.
Nell’occasione, il Ministro Martina esprimeva massima disponibilità preannunciando l’incontro con il Commissario Europeo all’Agricoltura Phil Hogan, (avvenuto nella giornata di lunedi) per valutare le misure di aiuto ed una semplificazione delle procedure di controllo e la fattibilità di un decreto di urgenza in deroga al Decreto Lgs 102/2004, relativo all’indennizzo dei danni alle imprese agricole e alle infrastrutture da evento atmosferico eccezionale.
In data 21 gennaio 2017 e’ stato immediatamente attivato un Centro di Emergenza Zootecnica e Sanitaria in occasione di una importante riunione avutasi a Teramo, presso la sede del Parco della Scienza (sede del Centro Coordinamento Soccorsi), alla presenza delle più importanti figure interessate alla vicenda : Prefettura, Istituto Zooprofilattico, ASL, Università, , Comando Unità Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare Carabinieri, NAS, Ordini dei Medici Veterinari della Regione Abruzzo, ENPA, GADIT e Consorzi di Bonifica.
La funzione di “prima ricognizione” viene svolta dall’IZSAM “G. Caporale” che si è messo da subito a disposizione con la propria struttura per istituire a Teramo in via Campo Boario, sede dell’IZSAM, il Centro di Emergenza Zootecnica e Sanitaria nel quale è già attivo un Help desk numero verde (tutti i giorni incluso i festivi dalle 8:00 alle 20:00 da telefono fisso 800082280 – da telefono cellulare 0861 332500) ed email dedicata iuvene@izs.it. L’IZSAM ha il compito di raccogliere, in questa prima fase, tutte le segnalazioni di problematiche relative alla gestione zootecnica e sanitaria degli allevamenti nonché segnalazioni di danni alle strutture di ricovero degli animali e di comunicarle ai soggetti, competenti per territorio, per l’immediata attivazione e risoluzione delle problematiche prospettate, ove possibile.
Siamo intervenuti, in stretta collaborazione con gli allevatori che hanno capienza nelle stalle e che possono ospitare gli animali di chi ha subito danni o addirittura crolli e ai trasportatori che possono consentire i trasferimenti con una specifica iniziativa denominata “ADOTTA UNA STALLA CROLLATA
Abbiamo attivato un CENTRO DI STOCCAGGIO DELLE GRANAGLIE E DEI FIENI con l’obiettivo di creare uno spazio nel quale ammassare le donazioni a beneficio degli allevatori rimasti senza scorte di alimenti per gli animali. La struttura individuata è la sede della Protezione Civile Volontari sita a Teramo in via Gammarana, 8 (ex stabilimento Villeroy & Bosh). Il centro favorirà una più razionale distribuzione degli alimenti necessari in tutte le aree in emergenza e i lavori di coordinamento fanno capo al responsabile, Mauro D’Ubaldo, presidente della CIVES Protezione Civile, reperibile al numero 347.3357804.
In data 23 gennaio 2017 si è provveduto, in considerazione del perdurare dell’emergenza, a prorogare i termini di presentazione delle domande di calamità al 28 febbraio 2017.Si è provveduto, inoltre, a sensibilizzare tutti i Parlamentari Abruzzesi richiedendo loro di sostenere le richiesta già formulate al Ministro Martina.
In data 24 gennaio abbiamo interessato l’ABI regionale e gli Istituti Bancari Regionali per sollecitare provvedimenti urgenti ed eccezionali per le imprese agricole riassumili nell’immediata sospensione e il rinvio delle rate in scadenza di mutui attivati e con l’attivazione di formule di facilitazione di accesso al credito per chi dovrà effettuare investimenti sulle strutture che hanno subito danni.
Sempre in data 24 gennaio 2017, abbiamo richiesto alla Commissione Politiche Agricole a Roma di intervenire per un atto di solidarietà da parte delle altre Regioni al fine di incrementare la dotazione finanziaria della Misura 5 (ripristino potenziale agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici) del Piano di sviluppo Rurale.
Condivido l’appello – conclude l’Assessore Pepe – affinchè tutte le Istituzioni mettano in campo, insieme, le migliori soluzioni possibili per coloro che hanno subito ingenti danni e sono certo che in questo momento è necessario superare barriere ideologiche e politiche e lavorare tutti insieme per gli agricoltori abruzzesi.