CRITICITÀ FIUME TORDINO: “SUBITO INTERVENTI IN SOMMA URGENZA PER SUPERARE LE CONDIZIONI DI PERICOLO”

Con i fondi strutturali di euro 1.200.000 l’avvio degli interventi necessari alla messa in sicurezza dell’intero percorso fluviale

Il maltempo dei giorni scorsi ha messo in evidenza – afferma l’Assessore Pepe – la fragilità delle aste fluviali sia in ordine all’annoso problema dei residui che arrivano fino alla costa sia sul pericolo alla pubblica incolumità dei cittadini che vivono nei pressi degli argini.
In questo senso ci siamo attivati immediatamente dando massima priorità al ripristino delle condizioni di sicurezza e grazie all’apporto straordinario del Genio Civile di Teramo diretto dall’Ing. Giancarlo Misantoni ed ai sopralluoghi fatti nell’immediatezza degli eventi, così come segnalatimi dai cittadini di Giulianova e Roseto, abbiamo individuato specifiche risorse in somma urgenza da destinare all’eliminazione dei pericoli immediati (ad esempio traliccio caduto).
A questa iniziativa che non può che essere tempestiva ed immediata in considerazione della gravità che si è ingenerata, abbiamo aggiunto l’avvio della fase progettuale volta a mettere in sicurezza i punti di maggiore criticità che sono stati riscontrati lungo tutto il percorso, con un finanziamento tramite fondi strutturali pari ad euro 1.200.000.
Stiamo recuperando, con un lavoro intenso e di rincorsa rispetto agli eventi calamitosi sempre più frequenti, ritardi ed incurie ataviche attivando una nuova fase di attenzione e partecipazione sulle diverse problematiche che ineriscono alle aste fluviali. E’ in atto un nuovo protagonismo delle amministrazioni locali con un governo dal basso legittimato dalle numerose sottoscrizioni dei contratti di fiume in Abruzzo.